Laboratorio-ludico sulle tecniche di costruzione del tamburino di S.Maria de sauccu, della “chigula” e della “matracula”.

L’associazione “Sas Enas” promuove, in collaborazione con l’Istituto Comprensivo “B. R. Motzo” , un laboratorio-ludico sulla costruzione del tamburino di S.Maria de sauccu e dei congegni sonori (chigula e matracula) in uso durante la settimana santa a Bortigali.

Il laboratorio, che si svolgerà tra giovedì 9 maggio a venerdì 24 maggio, si articola in cinque incontri da due ore ciascuno.

Scopo del laboratorio

Questo nostra proposta nasce dalla necessità di far conoscere, in maniera più dettagliata, ai bambini delle scuole, una parte importante della cultura di Bortigali.

Il laboratorio-ludico  costituisce , nella sua forma associativa, un esercitazione di scambi di significati, un continuo addestrarsi di forme comunicative come ad esempio l’uso della nostra lingua.

Attraverso l’attività i ragazzi  non solo mettono alla base il loro fare, il pensiero, la loro manualità, ma, come in questo caso, percorrono una strada e vengono a conoscenza, in maniera pratica, di alcune consuetudini tipiche del proprio paese, della sua cultura e della sua memoria.

L’intrattenimento nella sua forma associativa è sia uno scambio di concetti che un distinto esercizio di forme comunicative.

L’attività ricreativa che si viene a creare, all’interno del laboratorio stesso, influisce sulla crescita sociale del bambino perché gli permette di dare inizio ai primi confronti con i propri coetanei.

Il laboratorio intende delineare un importante aspetto d’arte collettiva, dando l’opportunità di lavorare in gruppo, ascoltarsi e ascoltare gli altri, concentrandosi verso un obiettivo comune, evitando così quella inclinazione a muoversi in maniera spesso troppo individuale, frettolosa e discontinua.

Finalità

  • Conoscere e far capire le tecniche di costruzione del tamburino, dei congegni sonori del proprio paese, il tutto inteso come mezzo di assimilazione e di relazione per ampliare la fiducia nelle proprie capacità, sia manuali che di espressione e di comunicazione orale
  • Guidare i bambini attraverso operosità a confrontarsi in maniera creativa con l’ambiente, gli oggetti e gli altri.
  • Sarà soprattutto lavoro manuale e mentale insieme, rivolto all’ideazione e alla realizzazione del tamburino e dei congegni, caratterizzati da con poco o niente, ma che sono messaggeri di capacità esecutiva e allegria ricreativa.

Il laboratorio si articola in cinque incontri di due ore ciascuno, a partire da giovedì 9 maggio.

One Reply to “Laboratorio-ludico sulle tecniche di costruzione del tamburino di S.Maria de sauccu, della “chigula” e della “matracula”.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.